venerdì, dicembre 22   >

Alopecia pubica

L'alopecia pubica femminile arricchisce il mio archivio dei fatti insoliti e inspiegabili e si posiziona per grado di mistero tra il Chupacabras e i Crop Circles.
Pesco il giornale sul tavolino della saletta d'attesa 'folsuaghen', mi operano l'auto a cuore aperto, gli cambiano il posacenere, a me che neanche fumo. Il pezzo mi informa che per le donne colpite da alopecia pubica l'incubo è finito. La scienza gliela farà tornare pelosa, che facciano i salti di gioia e non temano che non funzioni. La cura funziona alla perfezione, il metodo del gruppo di ricercatori procede al trapianto dei peli uno per uno, impellicciandola tutta. L'effetto bambola è scongiurato, le nuove tecnologie lo evitano alla grande. Conclude con toni vittoriosi (se non rileggi il titolo pensi che stia parlando della cura definitiva per l'Aids) esortando le disgraziate a dare finalmente addio all'inestetismo della patata pelata. Se comincia la colonizzazione di Marte, mi candido come primo dei coloni, ovviamente accompagnato da una topa con alopecia pubica incurabile.