domenica, febbraio 25   >

How the Grinch stole winter

Guarda, la foto di un anno esatto fa. Quanta neve c'era? Ti rendi conto. No io ieri stavo per strada in camicia. Si pure le farfalle, erano 2, bianche, diglielo. Il canaro dice che ci so' già parecchie pulci in giro, gli devi dare le gocce. Le zecche ancora no mi pare, ma chiedi. No io stanotte proprio scoperto, il piumone è sprecato. Ma senti che arietta, primavera proprio. Dice le mezze stagioni, qua proprio le stagioni. Si ma poi me ne accorgo dai dolori, signora mia le gambe. Solo quella giornata di acquaneve a inizio gennaio, neanche tanto fredda poi, e basta. Arrivava a terra e si squagliava, zà, cotta proprio.
Qua 'ste fabbriche, l'inquinamento, chissà che cazz sta succedendo, speriamo bene, buonasera eh. I guanti ancora nuovi, ancora nella bustina stanno, prendili faglieli vedere che quello non mi crede. Ma come no, pure i miei là stanno. Un paio di rondini già sono tornate, stamattina sopra la finestra del cesso. La tropicalizzazione. Dice che in Sicilia girano già i beduini, sui cammelli, mio marito ci va per lavoro. A Napoli stanno tutti al mare, metti studioaperto. Madonna mia l'estate che ci sarà. Si ma adesso non ci pensiamo. Hanno detto che i ghiacciai so' tutti sbrinati. Sciolti si dice. Si sciolti, pure gli orsi, gli eschimesi, tutto.
Solo dio sa. La madonna però vede e provvede. E' la fine del mondo è. E prima o poi. Dài e dài. E che vuoi. E fai i buchi nell'ozono e 'sto traffico e 'sta gente che fuma. E perché tutti 'sti telefonini, 'sti pedofili, 'sti gay, 'sta droga. Ma poi noi siamo vecchi, è per i ragazzi che mi dispiace. Ah Gesù. Eh già. Siamo sotto il cielo. Così doveva andare. Tra poco pure sotto il mare.