lunedì, febbraio 26   >

Visioni politiche dopo due birre

Liscio, tu adesso continui a far bruciare qualche bandiera qua e là, qualche pupazzetto, filmatini su gente che strilla per strada, ah vai a parlare in qualche altra università, esatto, dì che siamo delle merdacce, a parole tue si, che la bomba te la fai, che la vuoi, che il paese non si piega, il demone infedele blabla, si esatto, che sei un treno in corsa, bravo, che non ti fermi e che sei pure pronto alla guerra. Cosa. Ma no ma vai tranquillo. E certo che ci credono, ma che scherzi? Ma ti dico di si. Che palle ma tu fallo e zitto. E quando quando, che vai di fretta mo? Un paio di mesetti e veniamo, una bombardatina, la storia che portiamo la democrazia etc. Vabbuò? Ok ciao allora. Si la barba non troppo lunga, bella la giacca si, pure la camicia, vieni fico in tv, ti registriamo certo. Ciao ciccio eh, dai che c'ho da fare, ciao. Madò proprio de coccio questo oh.