sabato, luglio 7   > ,

Bondi l'ottimista

L'ex comunista tiepido Bondi, intervistato da Stefania Rossini sull'Espresso di qualche mese fa: '..Anche quando guardo mio padre, un uomo pieno di coraggio e dignità, un comunista che negli anni cinquanta era emigrato in Svizzera a spaccare pietre, oggi reso muto da un ictus. Anche lui ha cambiato idee politiche e, quando mi vede, vorrebbe parlare, si sforza, si protende. Provo a immaginare quello che mi vuol dire'. Che cosa immagina? 'Forse che è un po' contento di me, che mi ha visto in televisione la sera..'
Che volete io sono una merda, ma da curioso approfondirei la cosa e doterei questo povero babbo proteso di Bondi di qualche ultimo ritrovato della tecnologia, per farlo esprimere liberamente, per capire a fondo cosa vuol dire questo anziano uomo che spaccava le pietre in Svizzera quando si protende verso il Sandrino.