lunedì, luglio 23   >

Lo spirito cattivo di Odifreddi

"Questa volta (Paolo, ndr) si fermò ad Efeso per tre anni, dove compì prodigi non comuni, al punto che si mettevano sopra i malati fazzoletti o grembiuli che erano stati a contatto con lui e le malattie cessavano e gli spiriti cattivi fuggivano. E quando alcuni esorcisti ambulanti giudei si provarono a invocare anch'essi il nome del Signore Gesù sopra quanti avevano spiriti cattivi, successe che uno di questi spiriti cattivi rispose loro: Conosco Gesù e so chi è Paolo, ma voi chi siete? Evidentemente, già allora gli affari erano questione di conoscenze..."
(Piergiorgio Odifreddi, Perché non possiamo essere Cristiani e meno che mai Cattolici - Longanesi)