martedì, dicembre 16   >

Lavazza people

L'ennesimo misero tentativo di community building attorno ad un brand. Ritengo l'operazione inutile, l'agenzia che l'ha proposta ha cannato, insieme al manager che l'ha comprata. A mio umile avviso non ha senso cercare di dar vita a piccoli arcipelaghi on-line speculando sulla benedetta long tail di Anderson. Non funzionerà. Questi esperimenti a miccia bagnata danno vita a isole popolate da pochi fessi e per poco tempo. L'utente con potere d'acquisto va verso l'aggregazione dei servizi, si fida ed ha tempo solo del miglior news reader, del miglior social network, del miglior e-shopping. Bisogna penetrare sapientemente in quelli, e magari in quella stagista di Lavazza con il taglio di capelli alla Shinobu. Vado a farmi un caffé, yawn.

Nessun commento:

Posta un commento