martedì, gennaio 13   >

La fuga dello stronzo

Nicola Savino, nel monologo iniziale di Scorie su Raidue ha appena recitato la seguente battuta relativa alla fuga del Boss Setola.
Sapete che questo boss è sfuggito alla cattura della polizia infilandosi in un tombino e poi nella rete fognaria. Dovevano però aspettarselo che uno stronzo sarebbe sparito giù per lo sciacquone!
Ecco, semplice così. Il mio applauso sincero a Savino e ai suoi autori. Continuo a sperare che questo diventi un trend positivo e soprattutto giovane, contro una certa stampa celebrativa e certe fiction che fanno di questi schifosi parassiti criminali, mafiosi, camorristi etc., degli eroi negativi. Che vengano chiamati con il loro nome dunque, denigrati e schifati pubblicamente, ogni volta che è possibile. Bravo Nicola.

Nessun commento:

Posta un commento