venerdì, gennaio 16   >

Uomo Vs. Natura

E' un paio di sere che guardo questa nuova serie di documentari su Discovery Science. C'è questo tipo, Bear Grylls, uno che nella vita ha fatto le peggio cose: il soldato nei corpi speciali, lo scalatore senza corde, l'avventuriero, il pappone, il commercialista, tutto. Ogni volta si fa lanciare con il paracadute in un posto di merda pieno di pericoli e lontano dalla civiltà, tipo l'hinterland napoletano, e poi grazie alle sue straordinarie capacità di sopravvivenza si muove sul territorio inospitale fino a raggiungere un luogo con presenza umana. Molto coinvolgente.
Ieri l'hanno buttato nel Kenya del nord, appena a terra ha cominciato a camminare e parlare.
Vedete sono in mezzo alla pericolosissima savana, là ci sono gli ippopotami, i più potenti assassini d'Africa, là ci sono i grandi bufali incazzati, là sotto inquattati ci stanno i leoni che con una zampata potrebbero decapitarmi, queste qua invece sono tracce di ghepardo, che se mi vede è inutile che corro tanto mi prende, bisogna invece che gli vada incontro con le braccia aperte cercando di fare più rumore possibile per sorprenderlo, non bisogna comportarsi come una preda altrimenti siete morti, avete capito?
Io intanto pensavo, e se poi non si sorprende? Non vado a procurarmi una morte estremamente ridicola? Magari il ghepardo non aveva neanche fame, ma visto che io gli son corso incontro con le braccia aperte urlando come un coglione quello mi ha dovuto fare fuori per forza, per dignità sua. Su questa cosa rimango col dubbio.
Ma adesso ho un certo languorino, toh guarda, la carcassa di una zebra appena sbranata da un leone, è proprio quello che ci voleva, son tutte proteine. Tira fuori il coltellino, rimuove la pelle striata del collo e si avventa sulla carne fresca prendendola a morsi. Uno psicopatico.
Ma adesso mi sto disidratando, cazzo che sete che ho, ora vi insegno cosa bere quando vi perdete nella savana.
Alzo il volume, sono curioso. Bear Grylls si mette a cercare in mezzo alle piante una cagata di elefante. Ripeto: una cagata di elefante. La trova subito, sarà stata una cagatona di almeno 3 chili. La prende con due mani, la solleva sopra la bocca e spremendola ne beve il succo giallognolo. Ripeto: ne beve il succo giallognolo.
Vedete? Bleah è disgustoso lo so, ma ti salva la vita! E' un prezioso segreto che mi ha insegnato un ranger una volta. Ma adesso proseguiamo verso quella montagna laggiù, vedo della neve sulla cima, neve significa acqua, che significa fiume che significa presenza umana, presto!
Non so voi ma io mi immaginavo il ranger con gli amici davanti al televisore a sbellicarsi dalle risate, ve l'avevo detto che gli facevo bere la spremuta di merda d'elefante, c'ha creduto di brutto, date qua i soldi!
Comunque guardatelo, merita, è completamente pazzo. Urca che sete m'è venuta, e qua elefanti in giro manco uno.
(clip qui e qui).

18 commenti:

Mago G ha detto...

Che bello, voglio vedere la puntata in cui viene scagliato nell'hinterland napoletano, m'hanno detto che per dissetarsi spreme un cassonetto dell'immondizia e ne beve il succo.

Morrison ha detto...

Ahah Sei veramente un genio a scrivere questo. Se non ti dispiace credo che ne prederò spunto per scrivere un articolo umoristico su Nonciclopedia. Ti ringrazio XD

Anonimo ha detto...

ma che cagata la tua recensione sei una persona media, lui sarebbe il coglione pagato dalla bbc ed ex berretto verde, tu invece saresti il grande anonimo che scrive stronzate su questo sito dimenticato dall'umanita', poverino che pena che mi fai

Anonimo ha detto...

E tu saresti il coglione che non si sente realizzato finchè non ridicolizza un'altra persona. Pagliaccio!

ps gran bell'articolo, lo seguo sempre su sky e mi hai fatto davvero ridere. Grazie

dave-1994 ha detto...

sei un grande uuuuuuuuuuuuuuuuuuuu !!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

ok ma se ti ci trovi tu in mezzo al nulla disperso senza cibo ne acqua ke faresti?..noi lo prendiamo per il culo vedendolo mentre beve il suo piscio e si mangia una mela ke trova in mezzo a della merda di orso,nn ci potevo credere nemmeo io ma effettivamente nn ho mai sofferto la fame e la sete e nn saprei dire se nn lo farei anche io...tipo quei tipi ke sono precpitati con l'aereo sulle ande in cile negli anni settanta...quelli sono arrivati al punto di mangiarsi tra di loro,quello nn è discovery channel è la reltà.

Anonimo ha detto...

Ho visto proprio l'altro giorno la puntata (scaricata ...) e confesso che certi passaggi sono schifosetti. In un'altra puntata si piscia sopra un braccio per rimarginare una ferita ... Comunque la tua recensione fa morire dalle risate. Grande. Ciao

Anonimo ha detto...

seguo sempre il mitico bear e il tuo commento mi ha fatto pisciare dal ridere, bravo!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

, Bear Grylls è un vero mito, sà tutto sulla natura e come sopravvivere in posti ostili, infondo noi esseri umani siamo cresciuti nella giungla ci siamo nutriti di insetti, carne ecc. fino ad arrivare a oggi.. è UN GRANDE!!!! vorrei essere come lui...

Anonimo ha detto...

vorrei vedere te se ti trovassi in una condizione del genere, bear ti insegna come fare se vuoi campare ancora!!! ke pena ke mi fai!!

Anonimo ha detto...

La gente ride, dice povero scemo ecc ecc fino a che è al caldo sul divano...mettetevi anche un solo giorno in quelle condizioni e se ancora campate, vediamo cosa siete disposti a fare per vedere sorgere il sole il giorno dopo!
Ah dimenticavo che sicuramente avrete appreso le tecniche di sopravvivenza dall' isola dei famosi e che non avrete nessun problema in una situazione simile!
Saluti

andrea90xx ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
andrea90xx ha detto...

questo dimostra che sei stupido! lui dice in caso di "ATTACCO" è inutile scappare contro un leone o un leopardo non avresti speranza, verresti ucciso(troppo veloci) essendo loro predatori, l'unico modo e sembrare più grosso possibile e cercare di spaventarli facendo rumore!
poi se decidono di attacarti sei morto ma almeno hai provato ad usare il cervello fino all'ultimo secondo di vita,invece che correre nella savana dove gli alberi scarseggiano e non avresti speranza di fuga...
ciao

Anonimo ha detto...

e poi quelli sono LEONI no GHEPARDI! ascolta bene la prossima volta mentecatto

Jed ha detto...

Vedo che le correnti di Google portano a questo post una varia e bella umanità. Grazie mille a quelli che leggono e sorridono, a tutti gli altri giunga un sorridente vaffanculo cumulativo.
Jed.

gennaro ha detto...

l'hinterland napoletano eh..bravo beh sappi che quel troione di tua madre qui a Napoli e il nostro passatempo preferito pensa che molti la scopano in cima al vesuvio per vedere se è più grande il cratere del vulcano oppure il suo fottuto culo!!!!!

Anonimo ha detto...

grande molto divertente mi hai fatto uscire un sorriso in sta giornata di merda :-)

Anonimo ha detto...

sei un coglione.lui a mostrarci come sopravvivere e tu a letto a trombare la tua fidanzata.tu con le palle al caldo e lui a morire di freddo per mostrarci come sopravvivere sempre un giorno in più...vabbè tanto bear è un mito perchè è famoso e guadagna un sacco di soldi e tu sei uno sfigato dimenticato da tutti perchè non sei nessuno sei una merda in una montagna di sterco e lui è più di te. quindi zitto e parla quando sarai riuscito a diventare qualcuno.

Posta un commento